top of page

8 marzo giallo-rosso alla Scuola Secondaria San Vito

Nella Giornata Internazionale dei diritti della donna un nastro rosso, oltre alla tradizionale mimosa, per ricordare la storia difficoltosa dell’emancipazione femminile.





L’8 marzo 2021 gli alunni e le alunne della classe 2 B della Scuola Secondaria San Vito hanno celebrato la Giornata Internazionale della Donna partecipando a lezioni straordinarie sull’emancipazione femminile ed indossando idealmente due simboli: la tradizionale mimosa, ma anche un nastrino rosso in ricordo delle vittime di femminicidio.

La giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è il 25 novembre, ma i ragazzi hanno voluto ricordare anche questo problema per denunciare che la vera parità di genere non è stata ancora raggiunta e che troppe donne sono ancora vittime della prepotenza e della violenza degli uomini. Per tutta la giornata dell’8 marzo gli insegnanti hanno dedicato una particolare attenzione alla storia dell’emancipazione femminile e all’educazione civica. È la professoressa Bottazzi a spiegarne la ragione: “Le nuove generazioni si devono rendere conto del fatto che, se oggi le ragazze possono indossare i pantaloni, studiare, votare e lavorare è grazie alle lotte che le donne in passato hanno portato avanti per spezzare modelli sociali e culturali che le mortificavano. Inoltre l’educazione alla parità di genere e la lotta agli stereotipi non può aspettare, deve iniziare tra i banchi di scuola”.


In aula gli insegnanti hanno parlato del perché di questa data, che alcuni vogliono legare all’episodio dell’8 marzo 1911 (in cui, in una fabbrica di New York, scoppiò un incendio e morirono 134 operaie che erano in sciopero), altri a quello dell’8 marzo 1917 (in cui, oltre agli uomini, anche molte donne parteciparono alla rivolta di febbraio per protestare contro lo zar). Hanno, però, soprattutto ricordato che essere donne non è mai stato facile, che il cammino per avere dei diritti è stato lungo e pieno di ostacoli e che bisogna anche oggi continuare a lavorarci.


L’iniziativa è stata molto sentita dagli alunni e dalle alunne e lo dimostrano le parole di una di loro: “Siamo fiere oggi di indossare la mimosa, simbolo di forza e femminilità, ma anche il nastrino rosso, che denuncia la violenza che ancora troppe donne devono subire nonostante l’emancipazione”.

Elena P.









Comentarios


Chi c'è dietro al Blog

bottom of page